Tulameen – Lampone unifero Rubus idaeus

13,00 

IMBALLAGGIO CURATO, SPEDIZIONE IMMEDIATA E PAGAMENTI SICURI

Scopri le nostre spedizioni

Tulameen – Lampone unifero Rubus idaeus

cod.00008/00010

Lampone unifero ‘Tulameen’ Rubus idaeus
Origine: ottenuto in Canada da Kolumbii Brytyjskiej presso la Faculty of Land and Food Systems – University of British Columbia incrociando ‘Nootka’ x ‘Glen Prosen’
Altezza: 150/170 cm
Larghezza: 40/50 cm
Fogliame: sano e ricco, verde sopra e argenteo sotto
Spinosità: poche spine piccole
Fiori: bianchi in giugno sul legno dell’anno precedente.
Frutti: grandi (4,4g) rossi, dolci e succosi di ottimo sapore prodotti in abbondanza con una conservabilità abbastanza lunga per un lampone
Maturazione: medio tardiva in luglio/agosto.
Caratteristiche pianta alla spedizione:
Dimensioni: vaso Ø 16 cm, 3 litri
Aspetto: piramide ↨ 60 cm – srotolare la vegetazione al trapiantocod. 00008/00010

45 disponibili

Il lampone ‘Tulameene’ è apprezzato per l’abbondante produzione con grandi frutti dolci che si conservano a lungo, pianta vigorosa con pochi polloni, necessita di distanze sulla fila medie, almeno 40/60 cm.
Pianta estremamente resistente al freddo durante il riposo, può sopportare temperature di -25/30°C.
Terreno fertile, sciolto, ricco di humus e ben drenato, richiede annaffiature regolari in estate per non far scadere la produzione. Esposizione in pieno sole dove vengono esaltate le caratteristiche organolettiche dei frutti anche se, a livello amatoriale, da buoni risultati anche in posizioni a mezz’ombra.
A causa della sua vigoria e dimensioni si consiglia la coltivazione in piena terra in macchie o filari. Consigliabile far crescere i nuovi tralci fra due fili paralleli posti a 40/50 cm di distanza a circa 90/120 cm di altezza da terra.
La fruttificazione è abbondante e dura a lungo nei mesi luglio e agosto. I frutti si raccolgono uno ad uno quando sono maturi, cioè quando esercitando una leggera pressione si staccano agevolmente dall’ovario senza macchiare le dita, evitando di farli sovramaturare sulla pianta e si possono conservare in frigo alcuni giorni.
Potatura: a fine inverno (febbraio/marzo) potare i getti dell’anno precedente a circa 160/180 cm da terra (cimatura), poi terminata la produzione (fine estate o autunno) eliminarli completamente per evitare di mantenere fonti di muffe, intanto in primavera allevare nuovi getti da terra che produrranno l’anno successivo, a livello industriale si effettua un’unica potatura a fine inverno eliminando i tralci che hanno prodotto l’anno precedente e cimando contemporaneamente i nuovi.
Pianta poco sensibile alla Botritys, sensibile alle gelate primaverili ed ai ritorni di freddo.
Per concludere ‘ Tulameen’ è un ottimo lampone unifero da piantare nell’orto per avere una grande produzione di frutti quasi ininterrottamente in luglio/agosto, frutti adatti al consumo diretto oppure alla trasformazione od anche surgelazione a livello casalingo.

Titolo

Torna in cima